IL PROGETTO SAMA

Per il collocamento delle categorie protette. Assunzioni obbligatorie legge 68/99

UN OBBLIGO PUO’ DIVENTARE UNA RISORSA, IL PROGETTO SAMA

Entro il 31 dicembre di ogni anno una azienda deve comunicare alla Provincia il progetto sui dipendenti svantaggiati come da indicazioni della legge 68 del 1999.

Abbiamo un progetto preparato per questo, si chiama Progetto SAMA ed è stato creato per aiutare le aziende a trasformare un obbligo in una risorsa.

Con l’aiuto dell’ex Art.14 – Legge Biagi possiamo attivare la flessibilità delle risorse umane in ambito del lavoro protetto. Per un vantaggio dei lavoratori disabili, per un vantaggio delle aziende.

PENSIAMO A TUTTO NOI

Noi siamo la Cooperativa La Via e operiamo da anni in Veneto. La nostra sede è ad Agordo, in Provincia di Belluno, e qui sviluppa in via prioritaria il nostro radicamento territoriale.

Il nostro obiettivo primario in quanto cooperativa sociale di tipo B è il benessere psicofisico delle persone in difficoltà attraverso il loro inserimento attivo nel mondo del lavoro.

La nostra mission è creare “circoli virtuosi”. Il miglioramento di situazioni di disagio attiva positività a livello operativo, sociale, medico ed economico.

EX ART.14 = PROGETTO SAMA

Che cos’è l’ex art.14 – Legge Biagi

Le aziende possono  assolvere parzialmente l’obbligo con l’affidamento delle commesse di lavoro a cooperative sociali di tipo B, che si impegnano ad assumere i lavoratori disabili con particolari caratteristiche e difficoltà di inserimento lavorativo. Possono stipulare Convenzioni in Art.14 tutte le imprese private sottoposte agli obblighi della legge 68/99.

Il nostro progetto su misura per l’ex art.14

Il nostro obiettivo è quello di sfruttare ogni opportunità per agevolare il più possibile il lavoratore disabile e la azienda soggetta all’obbligo di legge 68/99. Abbiamo lavorato molto per costruire una struttura operativa e organizzativa che ha permesso l’attivazione di progetti pilota attualmente operativi.

Chiedi la brochure del Progetto SAMA

Chi sono le persone svantaggiate alle quali è rivolto un percorso di inserimento lavorativo?

  • Disabili certificati L.68/99;
  • tutte le persone individuate da L. 381/91;
  • persone in carico a servizi specialistici ULSS di Psichiatria e Ser.T.
  • disoccupati di lungo periodo;
  • persone in condizione di disagio sociale;
  • persone in regime alternativo alla detenzione attraverso progetti di pubblica utilità.

CHIEDI TUTTE LE INFORMAZIONI

Perchè la necessità di una impresa sociale

  • Per la continua crescita del bacino di bisogno ed il conseguente aumento del numero delle persone iscritte al collocamento mirato;
  • per la scarsa possibilità di effettuare assunzioni mirate visto la scarsa disponibilità di nuovi posti occupazionali;
  • per il crescente ampliamento delle categorie di lavoratori che necessitano di percorsi personalizzati di inserimento lavorativo;
  • per la rigidità di un sistema di collocamento

CHIEDI TUTTE LE INFORMAZIONI

Come avvengono gli inserimenti lavorativi

Competenza delle persone che seguono il lavoratore inserito e che propongono strategie/soluzioni.
Territorialità, offrire alle persone in difficoltà un’importante possibilità di riscatto all’interno dell’ambiente di appartenenza grazie alla creazione di sinergie con le risorse del territorio.
Personalizzazione degli interventi che vengono studiati ed adattati su ogni singolo caso.
Integrazione degli strumenti perché il lavorare insieme permette di cogliere il meglio da ogni metodologia e sistema.

CHIEDI TUTTE LE INFORMAZIONI

I SERVIZI DEL PROGETTO SAMA

Consulenza e supporto

Consulenza e supporto per tutte le persone svantaggiate assunte, dall’avvio del progetto fino all’eventuale inserimento in azienda.

Controllo costante

Controllo costante studiato a vari livelli e strutturato in modo da essere efficace ed efficiente.

Collaborazione

Collaborazione con le amministrazioni e gli Enti del territorio così da creare una rete di supporto alla persona inserita.

Progetto di esternalizzazione

Progetto di esternalizzazione di produzione e di servizi diversificati tra loro, per i quali la Cooperativa si impegna a trovare le persone maggiormente idonee allo svolgimento degli stessi.

Percorso formativo

Percorso formativo protetto della persona svantaggiata tarato su esigenze specifiche legate all’attività lavorativa da svolgere.

Risultati importanti

Risultati importanti che negli anni hanno fatto sì che la Cooperativa LA VIA sia una delle poche imprese sociali che a livello nazionale sta garantendo occupazione ad una vasta gamma di persone svantaggiate coinvolte.

Garanzia di flessibilità operativa

Garanzia di flessibilità operativa anche nella sostituzione della persona inserita qualora non fosse idonea alla mansione da svolgere.

I NUMERI DEL NOSTRO LAVORO

Rispetto orari di lavoro del lavoratore disabile

AUMENTO PRODUTTIVITÀ GIORNALIERA IN SEI MESI DI ATTIVITÀ LAVORATIVA

PERCENTUALE DI CALO DEL PERIODO DI MALATTIA

PERCENTUALE DI CALO RICOVERO OSPEDALIERO

Il lavoro svolto dalle persone svantaggiate diventa una risorsa importante per tutta la collettività, non solo da un punto di vista sociale ma anche economico. La minore ospedalizzazione e il minor ricorso a terapie diventano un valore per tutta la società.

NUMERO MEDIO CAMPIONI CONFEZIONATI / ORA PRO CAPITE 2007/2014+50%
MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI GENERALI DI VITA DELLA PERSONA SVANTAGGIATA100%
LAVORATORI CHE HANNO ACQUISTATO PIENA AUTONOMIA90%